NEWS OTTOBRE 2018

FATTURA ELETTRONICA
Pubblicate la guida pratica e una nuova sezione del sito web dell’Agenzia delle entrate
È online la nuova area tematica
https://www.agenziaentrate.gov.it/wps/content/nsilib/nsi/aree%2btematiche/fatturazione%2belettronica del sito web dell'Agenzia delle entrate dedicata alla fatturazione elettronica tra privati. In "Fatture elettroniche e corrispettivi" sono disponibili, infatti, una guida pratica, un collegamento a 2 video tutorial presenti sul canale Youtube dell'Agenzia e una pagina con i servizi gratuiti per predisporre, inviare, conservare e consultare le fatture elettroniche. Infine, è disponibile un link per trovare velocemente la normativa, la prassi e il provvedimento con tutte le specifiche tecniche per l'emissione e la ricezione dei documenti fiscali.
(Agenzia delle entrate, comunicato stampa, 27/09/2018)

CONDOMINI
Bonifici per interventi di recupero del patrimonio edilizio delle parti comuni esclusi dal quadro AC
L’Agenzia delle entrate ha chiarito che i bonifici fatti dagli amministratori condominiali ai fornitori per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio (e per assimilazione per gli interventi di riqualificazione energetica) su cui vengono applicate le ritenute di acconto dell’8% da parte degli istituti di credito sono già comunicati all’Amministrazione finanziaria tramite il flusso telematico "Bonifici per spese per interventi di recupero del patrimonio edilizio e di riqualificazione energetica degli edifici”. Pertanto, tali spese non devono essere oggetto di compilazione del quadro AC del modello Redditi ovvero del quadro K del modello 730, che prevedono l’indicazione dei dati degli acquisti dei beni e dei servizi da parte del condominio. Qualora, invece, il pagamento non venga effettuato con la modalità del bonifico “parlante” i dati della spesa sostenuta e dei dati anagrafici del fornitore dovranno essere comunicati.
(Agenzia delle entrate, risoluzione n. 67, 20/09/2018)

PERDITE SU CREDITI
Mancata imputazione di perdita su crediti nel corretto esercizio di competenza
L’Agenzia delle entrate ha chiarito le modalità per correggere l’errore contabile consistente nella mancata imputazione di una perdita su crediti, derivante da una fornitura commerciale con debitore successivamente assoggettato a procedura concorsuale, nell’esercizio di competenza in cui si sarebbe dovuto cancellare il credito dal bilancio. Al fine di correggere l’errore contabile, è possibile presentare una dichiarazione integrativa a favore per il periodo di imposta in cui non è stata imputata la perdita su crediti, che permetta l’indicazione di una minore base imponibile. Ai sensi dell’Oic 29 la correzione degli errori relativi a esercizi precedenti deve essere contabilizzata sul saldo d’apertura del patrimonio netto dell’esercizio in cui si individua l’errore. L’articolo 109, comma 4, D.P.R. 917/1986 dà rilevanza ai fini fiscali alle nuove modalità di contabilizzazione dell’errore contabile contenute nell’Oic 29.
(Agenzia delle entrate, risposta a interpello n. 12, 21/09/2018)

SISTRI
Aggiornata la manualistica tecnica per la gestione del Sistri dal 1° gennaio 2019
Nella sezione “Manuali e Guide” del sito web del Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti sono stati pubblicati gli aggiornamenti della modulistica per i produttori di rifiuti, i trasportatori ed i destinatari e per i casi d’uso. In assenza di ulteriori proroghe, dal 1° gennaio 2019 scatterà la piena operatività del Sistri per permettere l'informatizzazione della tracciabilità dei rifiuti speciali a livello nazionale e dei rifiuti urbani della Regione Campania.
(Sistri, Aggiornamento Guide rapide e Casi d’uso, 19/09/2018)

IMPIANTO FOTOVOLTAICO
Detrazione Irpef del 50% anche per l’installazione di un sistema di accumulo collegato a un impianto
L’Agenzia delle entrate ha precisato che l’installazione di un impianto fotovoltaico per la produzione di energia elettrica è detraibile a condizione che l’impianto sia installato per far fronte ai bisogni energetici dell’abitazione. Un sistema di accumulo ha la specifica funzione di immagazzinare l’energia prodotta in eccesso dall’impianto fotovoltaico e di rilasciarla quando quest’ultimo non riesce a sopperire alle esigenze energetiche dell’abitazione. L’Agenzia sottolinea che l’installazione di un sistema di accumulo non rientra di per sé nel novero degli interventi finalizzati a conseguire un risparmio energetico. Tuttavia, l’installazione di un tale meccanismo dà diritto alla detrazione nel caso in cui sia contestuale o successiva a quella dell’impianto fotovoltaico. In tal caso, infatti, il sistema di accumulo si configura come un elemento funzionalmente collegato all’impianto e in grado di migliorarne le potenzialità: il limite di spesa ammesso alla detrazione (pari, attualmente, a 96.000 euro) è unico e vale sia per l’impianto sia per il sistema di accumulo.
(Agenzia delle entrate, risposta a interpello n. 8, 19/09/2018)

APPALTI PUBBLICI
Istruzioni operative per l’iscrizione all’Albo nazionale dei commissari di gara
È operativo dal 10 settembre 2018 sul sito web dell’Autorità Nazionale Anticorruzione l’applicativo per la gestione dell’Albo nazionale obbligatorio dei componenti delle commissioni giudicatrici. Le commissioni giudicatrici garantiscono l’imparzialità di valutazione delle stazioni appaltanti. L’obbligo di commissari esterni è assoluto (commissari e presidenti) per tutti gli appalti di lavori sopra un milione di euro e per servizi e forniture al di sopra della soglia europea. Per importi inferiori alle soglie comunitarie e a un milione di euro per i lavori, in mancanza di particolari complessità, la stazione appaltante può nominare componenti interni nella commissione. Il presidente dovrà invece essere esterno. In caso di affidamento di servizi e forniture di elevato contenuto scientifico tecnologico o innovativo, effettuati nell’ambito di attività di ricerca e sviluppo, l’Anac può autorizzare gli esperti della stazione appaltante come membri della commissione giudicatrice.
(ANAC, Comunicato, 06/09/2018)

SPESOMETRO
La bolletta va considerata come una fattura
L’Agenzia delle entrate ha chiarito che le bollette emesse per l’addebito dei corrispettivi relativi alle diverse somministrazioni (acqua, gas, energia elettrica, etc.) sono da considerarsi fatture sotto ogni profilo. Non si ravvisano, pertanto, elementi tali per escludere le bollette dall’obbligo di invio della “Comunicazione dei dati delle fatture emesse e ricevute”.  
(Agenzia delle entrate, risoluzione n. 68, 21/09/2018)



 






Studio Realdon
Padova, via Cavalletto n. 3
Este, Gall. pr. Umberto 38/L
P. IVA 00396100281
Telefono 0429602122
Fax 0429600519
Email Clicca qui
PEC Clicca qui

Informativa sui cookie

 

Web Art Studio Web Agency - Realizzazione Siti Internet